Chat with us, powered by LiveChat

“L’UNESCO DICHIARA L’ARTE DEL PIZZAIUOLO NAPOLETANO IL PATRIMONIO CULTURALE DELL’UMANITÀ”

20-26 novembre, Settimana della Cucina Italiana nel Mondo
21 Novembre, 2017
Presidente del Com.It.Es ha ricevuto il Premio Lavoro e Progresso Economico della Camera di Commercio di Padova
11 Dicembre, 2017

“L’UNESCO DICHIARA L’ARTE DEL PIZZAIUOLO NAPOLETANO IL PATRIMONIO CULTURALE DELL’UMANITÀ”

L’arte del pizzaiuolo napoletano o meglio conosciuto in spagnolo come “pizzaiolo” è oggi patrimonio culturale dell’umanità, dichiarato dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura, UNESCO. È stato annunciato dal suo account Twitter il Ministro delle Politiche Agricole e Forestali Maurizio Martina, sottolineando che l’identità gastronomica italiana è sempre più protetta nel mondo. 8 anni di lavoro diplomatico, valorizzando questo patrimonio di identità culturale italiana in cui tutti i soggetti del “Sistema Italia” nel Mondo hanno lavorato per valorizzare questo fenomeno. Negli ultimi due anni anche attraverso gli eventi della Settimana della cucina italiana nel mondo, recentemente tenuta anche nella Repubblica Dominicana, con una master class dell’istruttore certificato Liberato de Simone de Dolce Italia, organizzata dall’Ambasciata di L’Italia e la Camera di commercio italiana nel paese.

La motivazione dell’UNESCO recita: “Il know-how culinario legato alla produzione di pizza, che comprende gesti, canzoni, espressioni visive, dialetti e la capacità di gestire l’impasto, la visualizzazione e la condivisione della pizza è un indiscutibile patrimonio culturale. Le pizzerie Napoletanos e i loro ospiti si impegnano in un rituale sociale in cui il forno e la base di lavoro sono la “scatola” durante il processo di preparazione della pizza ”.

Il corso termina dopo aver raccolto 2 milioni di firme in 100 paesi per sostenere la presentazione di questa candidatura.

Nel 2018 la Camera di commercio italiana supporterà l’organizzazione di corsi e master class sulla pizza.

Comments are closed.